01 febbraio 2014

L'eleganza sperimentale di Huicinq1988 - Vote4FedericoDePeppo

"Eleganza ed innovazione nelle forme!"

Questa è la visione del giovane stilista romano, Federico De Peppo.
Esteta per provocazione e fondatore del brand Huicinq1988, presenta un estratto della sua ultima collezione di borse in occasione del concorso YOUNG VISION AWARDaccessories 2014, indetto da VOGUE in collaborazione con la piattaforma Muuse Fashion.
Grazie alla sua formazione accademica in Haute Couture e ai successivi master e corsi di specializzazione accumulati negli anni, Federico da vita ad un concept stilistico nel quale si fondono sperimentazionee gusto classico, mirando a creare un prodotto nuovo.
Colori forti, textures aggressive e proporzioni inusuali questa è la triade che conferisce una doppia anima alle sue borse, da qui il nome della collezione: DOUBLE SOUL.
Colori accesi e tinte shocking animano i toni classici del nero e i materiali innovativi fanno da alter-ego alle morbide pelli dei distretti italiani.


Tutti i prodotti di Huicinq1988 sono realizzati a mano e prodotti in Italy, più precisamente a Roma. Un passo deciso per riscattare il Made in Italy da una crisi che è economica, ma non artistica e professionale.
L'obiettivo è quello di presentare al cliente, in un mondo ormai dominato solo dalle grandi produzioni di massa, un oggetto esclusivo, un'edizione limitata prodotta in ridotti quantitativi per sottolineare l'importanza e l'esigenza di avere un prodotto unico ed adattabile al nostro stile.
Le cerniere su misura e le pieghe realizzate a mano sono solo due esempi di dettagli curati minuziosamente durante la confezione di queste borse.
L'attenzione per i dettagli, unita alla forte componente artigianale, rende ogni prodotto Huicinq1988 unico nel suo genere ed irriproducibile, perfetta espressione di un'individualità ormai invia d'estinzione.





17 settembre 2013

MILAN FASHION WEEK LIVE STREAMING S/S 2014




MILAN FASHION WEEK


18 Sett. ore 17:00    Alberta Ferretti

19 Sett. ore 10:30    Blugirl

20 Sett. ore 09:30   Blumarine

21 Sett. ore 21:00    Moschino

22 Sett. ore 13:00    John Richmond

23 Sett. ore 11:30   Genny


Stay Tuned!! 

06 settembre 2013

Luca Bianchini - "Io che amo solo te" - Presentazione del libro al Caffè delle idee - Premio Sele d'Oro Mezzogiorno Day #7


"C'è gente che ha avuto mille cose 
Tutto il bene, tutto il male del mondo 
Io ho avuto solo te 
E non ti perderò, non ti lascerò 
Per cercare nuove avventure 
C'è gente che ama mille cose 
E si perde per le strade del mondo 
Io che amo solo te 
Io mi fermerò e ti regalerò 
Quel che resta della mia gioventù"

Sergio Endrigo




...e poi ti entra in testa una canzone: “Io che amo solo te”. Un pomeriggio interno risuonava nella mente dello scrittore, non riusciva a scrive, a concentrarsi e cantava...ma chi l'avrebbe mai detto, invece, che questa "distrazione" fu proprio il suo successo!? Coincidenze?!
Luca Bianchini ci racconta come il vivere quotidiano e le grandi passioni siano spesso legate da molte coincidenze. 
L'abbraccio della Terra pugliese lo ha catturato nella magia dell'amore e della tradizione. 
Polignano a mare, il vento sferzante quasi infastidisce Luca, ma coincidenza vuole, che fu proprio quel vento a portarlo così in alto.
Una sera a cena dopo una presentazione, i ragazzi con lui a tavola cominciano a parlare di matrimoni. Il giorno dopo scorge sugli scogli coppie di sposi che si lasciano immortalare tra la forza del mare e del loro amore. Confida di voler scrivere qualcosa su un matrimonio e... lo invitano alla festa di matrimonio della loro cugina Daniela. Così quasi da imbucato, spacciandosi per "il cugino di Torino", prende parte al matrimonio e ne resta rapito... rapito da un grande amore segreto e impossibile, che ha avuto la forza di aspettare un sacco di tempo.

In amore vince chi fugge o chi sa aspettare? ( "chi sa aspettare" - dice mia madre ;) )

Siamo tutti invitati al matrimonio di Chiara e Damiano. 
Lasciatevi trasportare dal vento dell'amore..





Luca Bianchini è stato l'ospite di quest'oggi al Caffè delle idee. Un incontro esilarante, dalla battuta sempre pronta, alla comicità più esilarante, Bianchini ci racconta come è nato "Io che amo solo te", di come l'amore, la passione, la gioia e la voglia di stare uniti di questi ragazzi pugliesi lo abbia catapultato nel suo stesso romanzo. Esser nell'opera ancor prima di scriverla...proprio come un grande amore che si cerca e si unisce anche quando il tempo e la distanza lo separa.  





Alessandra Russo - Me Dress Me


05 settembre 2013

Mezzogiorno e 35mm - Corti dal Sud - Premio Sele d'Oro Mezzogiorno Day #6



Mezzogiorno e 35mm – “Corti dal Sud” è la nuova sezione dedicata ai cortometraggi. Giovani film-maker raccontano con le loro pellicole il Sud e le sue innumerevoli storie, avventure, sfaccettature.
Il concorso dal titolo “ Il Sud visto dai giovani film-maker” vede la proiezione di 7 corti riguardanti: il Mezzogiorno d’Italia; il Sud, il Mediterraneo, il Mondo; e il Nord Sud d’Italia. Sottoposti al giudizio attento e critico dei blogger presenti in sala, i corti vengono votati per: gradimento, coinvolgimento e sviluppo delle tematiche del sud.
Tanta passione quella che attornia gli attori nella rappresentazione intima del proprio personaggio che incarna, nel bene e nel male, lo status quo proprio dei territori del Mezzogiorno.
Tanta l’attesa per il vincitore che verrà premiato durante la “Cerimonia di consegna dei premi della XXIX Edizione del premio Sele d’Oro Mezzogiorno” sabato 7 settembre alle ore 21:00 in Piazza Europa.
Faccio un grande in bocca al lupo a tutti i partecipanti e resto in trepida attesa.


Alessandra Russo - Me Dress Me

04 settembre 2013

Il caffè delle idee - "Il viaggio" come nasce e come si sviluppa nel cinema - Premio Sele d'Oro Mezzogiorno Day #5




Dall’ombra di piazza del Monumento, sorseggiando un buon caffè, si è appena concluso il terzo ‘dibattito tra amici’ che ha visto impegnati Valentina Strada, sceneggiatrice, e Guido Bosticcio, giornalista e docente presso “La scuola del viaggio”.
Dal cinema alla letteratura, dal reportage all’esperienza personale, dalle tradizioni alle nuove scoperte. 
‘Il viaggio’, raccontato attraverso immagini e parole, viene canalizzato per la promozione dei luoghi e delle diverse culture, delineando contorni nitidi per una nuova scoperta/riscoperta dei luoghi nostrani, spesso sconosciuti o accostati a falsi miti. 
Il cinema on the road si basa proprio su questo: uno sguardo nuovo e consapevole delle realtà esogene ed endogene vissute dai vari personaggi nel corso del film a cui si aggiunge la comunicazione di un messaggio positivo di cambiamento spirituale. 
I luoghi utilizzati per le riprese diventano mete turistiche indotte dalla cultura di massa, celebre è il caso della Nuova Zelanda, che ha dato ambientazione alla trilogia de “Il Signore degli Anelli” e che proprio per questo ha avuto una recente crescita turistica. In Italia, invece, si inizia a parlare di cineturismo con i fenomeni dei tour a Procida e Salina sui set de “Il postino”, o a Matera per visitare i luoghi de “La Passione di Cristo” di Mel Gibson.
Il cinema diventa anche momento d’incontro tra la domanda e l’offerta legata a questo nuovo fenomeno culturale finalizzato all’incoming nei territori ospitanti i vari set cinematografici.
Possiamo dunque affermare che, con la comunicazione di massa e la promozione del territorio, il cinema è uno strumento per cui arricchire ed inorgoglire il Bel Paese, culla di antiche tradizioni, luoghi d’arte e di fascino che spesso vengono gettati nel dimenticatoio.



Alessandra Russo - Me Dress Me